ITALIANS IN VACANZA

ESPERIENZE DI ITALIANI IN VACANZA

Uncategorized

EuropaUncategorized

La Lapponia di Babbo Natale

Viaggio-in-Lapponia

Abbiamo deciso di vivere un’esperienza magica e ci siamo regalati un viaggio in Lapponia sulle orme di Babbo Natale.

Periodo 07-11 dicembre in occasione del ponte di S.Ambrogio e dell’Immacolata, io mia moglie Chiara e nostro figlio Arturo, per tutte le prenotazioni mi sono rivolto all’agenzia di viaggi e turismo 4&GO.

07 dicembre, partiamo dall’aeroporto di Milano Malpensa in direzione Helsinki, dove poi cambiamo per Rovaniemi, la  capitale della Lapponia finlandese conosciuta in tutto il mondo per essere la città natale di Babbo Natale.

Viaggio in Lapponia

Arrivati in albergo ci viene assegnata la camera e lo speciale abbigliamento termico che sarà a nostra disposizione per l’intera durata della vacanza in Lapponia.

La prima impressione é stata quella di un paese in cui il tempo si é fermato, totalmente imbiancato dalla neve che rende tutto ovattato e in questo periodo dell’anno quasi sempre al buio.

Le ore di luce sono davvero poche dalle 10 fino alle 14, durante questo periodo vi é una sorta di alba/tramonto perenne, i colori sono molto strani per le nostre latitudini, il cielo all’orizzonte é azzurro ma sopra le nostre teste é rosa e la luce azzurrina che é appena sorta giá si spegne.

E’ ora di cena, come in tutto il nord Europa, si mangia presto.

08 dicembre, indossiamo l’equipaggiamento termico e raggiungiamo con le motoslitte la fattoria delle renne, dove si osservano da vicino questi magnifici animali.

Viaggio in Lapponia

Attraversando la foresta finlandese ammiriamo l’incantevole paesaggio lappone.

Abbiamo fatto una corsa a bordo di una slitta trainata da renne, ci siamo rilassati in una caratteristica tenda lappone intorno al fuoco gustando una tipica bevanda tradizionale, un succo dolce e caldo.

Come ricordo abbiamo ricevuto la patente di guida della slitta trainata dalle renne e il certificato di attraversamento del Circolo Polare Artico.

A bordo di un bus ci dirigiamo al villaggio di Babbo Natale, presso l’ufficio postale é possibile inviare lettere e cartoline con la speciale affrancatura assistiti dagli elfi postali o farsi fotografare con Babbo Natale.

Al villaggio ci sono vari negozi di artigianato locale oggetti di design e souvenir, dove trascorrere piacevolmente del tempo per fare shopping.

Rovaniemi Villaggio di Babbo Natale

Torniamo in albergo dove ci rilassiamo e scaldiamo con una sauna e una deliziosa cena a base di polenta fritta e carne di renna dal gusto particolare e molto diverso dagli altri tipi di carne.

09 dicembre, in mattinata ci rechiamo presso una fattoria locale per un giro con i cani da slitta, sia io che Chiara abbiamo guidato la slitta. Al rientro abbiamo visitato la fattoria e ci hanno spiegato come vivono gli husky.

Nel pomeriggio visitiamo il museo Arktikum sulla storia della Lapponia, gli usi e le tradizioni del suo popolo, quasi tutto virtuale, in alcune sale vengono proiettate le varie stagioni e le aurore boreali, interessante la sezione dedicata agli abitanti autoctoni della zona i Sami.

Servono un paio d’ore per visitarlo e prima di tornare al nostro hotel decidiamo di fare un altro giro per Rovaniemi e mia moglie entra in supermarket per curiosare, dove da brava massaia confronta i prezzi e sono piú cari rispetto all’Italia.

La sera per cena io e Chiara ci gustiamo un kalakukko, all’interno di una specie di pagnotta non lievitata di segale, viene servito un pasticcio di pesce e carne di maiale, mentre Arturo ha provato il vorschmack, preparato con carne macinata, acciughe e cipolle e con patate come contorno.

10 dicembre ad un paio di chilometri vi é una stazione sciistica e trascorriamo qui sulle piste il nostro ultimo giorno di vacanza.

Per cena Arturo da bravo teen agers ha preso un hamburger con patate fritte mentre noi abbiamo optato per un ottimo salmone rosa.

Mentre prepariamo i bagagli per il rientro giá sentiamo la nostalgia di questi luoghi, il buio, la neve, il ghiaccio anche se siamo stati fortunati, durante il nostro soggiorno il clima non é mai stato troppo rigido solo pochi gradi sotto lo zero se non contiamo il giorno di arrivo che eravamo a -22, con l’abbigliamento termico siamo stati piú che bene.

L’atmosfera che circonda queste latitudini infonde serenitá nell’animo e poi siamo riusciti ad ammirare uno spettacolo della natura tra i piú celestiali l’aurora boreale, da togliere il fiato.

Viaggio Aurore Boreali

Un’esperienza intensa da provare, anche da adulti, la magia del Natale é sempre viva nei nostri cuori.

Un abbraccio a tutti da me e dalla mia famiglia.